prurito vaginale: cause e rimedi

Prurito intimo femminile: cause, prevenzione rimedi

Il prurito intimo femminile può essere molto fastidioso, scopri come alleviarlo

LE CAUSE?

Prurito intimo femminile esterno e interno: quali sono le cause?

Quando il prurito intimo crea disagio e rovina le tue giornate, è fondamentale capire cosa causa il problema e ricorrere a un rimedio naturale o farmacologico, evitando cure fai da te. Se il problema persiste, sarà necessario prenotare una visita dal ginecologo per una diagnosi certa.

Le possibili cause del prurito vaginale in generale sono:

Prurito intimo femminile esterno e interno: quali sono le cause?

  • La candida è spesso responsabile di un forte prurito intimo esterno e interno, che provoca anche dolore e bruciori. Campanello d’allarme della candida è la comparsa di perdite biancastre. Se hai questa infezione, ti consigliamo di rivolgerti al tuo medico curante per trattare il problema con farmaci specifici ed evitare recidive. Il nostro consiglio è comunque di rivedere la tua alimentazione e mantenere sempre la flora vaginale in salute, assumendo alimenti ricchi di fermenti lattici e probiotici come lo yogurt;
  • Anche l’allergia al lattice può causare prurito intimo esterno sulle grandi labbra con possibilità di eruzioni cutanee. Attraverso un test specifico è possibile sapere con precisione se si soffre di quest’allergia - scatenata magari dai preservativi in lattice - e cercare soluzioni mirate, come metodi contraccettivi alternativi;
  • Dermatite e psoriasi sono altre due infezioni che causano bruciore e prurito intimo ma fortunatamente esistono diverse creme lenitive da farsi consigliare dal medico, dopo una visita specialistica;
  • La tricomoniasi è una malattia sessualmente trasmissibile che si manifesta proprio con prurito e bruciore nelle parti intime, insieme a perdite giallastre e verdi di cattivo odore. Come per la candida, è necessaria una visita dal ginecologo per iniziare la giusta cura;
  • In altri casi, può verificarsi prurito intimo prima del ciclo, durante la gravidanza, in menopausa ma anche per cause legate a stress, all’uso prolungato di antibiotici e anche per una cattiva alimentazione, troppo ricca di zuccheri.


LA CORRETTA ALIMENTAZIONE

PREVENIRE IL PRURITO INTIMO CON LA CORRETTA ALIMENTAZIONE

Vediamo adesso quali sono gli alimenti che provocano il prurito intimo e quali invece possono risolvere il problema per sempre. Una dieta equilibrata con pochi grassi e zuccheri aiuta a mantenere in armonia la tua flora batterica vaginale e si consiglia di introdurre giornalmente alimenti probiotici e ricchi di fermenti lattici.

Quali cibi evitare? Ecco cosa non mangiare in caso di prurito vaginale:

  • Limitiamo il consumo di zuccheri e dolci in generale perché favoriscono l’attecchimento di alcune infezioni come la candida;
  • Evitiamo l’assunzione di troppa cioccolata e riduciamo il caffè;
  • Stop anche a pasta e cibi lievitati che creano l’ambiente perfetto per alcuni patogeni

Prevenire il prurito intimo con la corretta alimentazione


PREVENIRE IL PRURITO

PREVENIRE IL PRURITO CON LA CORRETTA IGIENE INTIMA

Quando un fastidioso prurito intimo rovina le tue giornate, vuol dire che bisogna rivedere l’igiene intima, cercando di superare il problema e prevenirlo per il futuro:

  • Prima di lavarti cerca sempre di pulirti le mani, e quando sei fuori casa usa delle salviette disinfettanti specifiche e delicate;
  • Quando hai il ciclo mestruale, cambia spesso l’assorbente per evitare possibili infiammazioni dovute al ristagno del sangue;
  • Prurito intimo, come lavarsi? Il nostro consiglio è quello di utilizzare solo detergenti neutri che tengano conto del PH naturale della vagina: prova NIVEA Intimo Aqua Termale, lenitivo e delicato per un’azione idratante adatta ai tuoi bisogni e formulato senza sostanze aggressive.
  • NIVEA Intimo Natural Comfort non contiene saponi alcalini e coloranti ed è perfetto per un utilizzo quotidiano, grazie alla sua elevata tollerabilità cutanea con Bio Olio di Jojoba, Acido Lattico ed estratti di Camomilla.


RIMEDI FARMACOLOGICI

RIMEDI FARMACOLOGICI: COSA USARE PER PRURITO E BRUCIORE INTIMO

Per il prurito intimo i rimedi in farmacia sono davvero tantissimi, l’importante è capire qual è la causa scatenante. Se, ad esempio, il prurito ha origine da infezioni fungine, allora si ricorrerà all’uso di antimicotici. Altri rimedi farmacologici sono gli steroidi e altre sostanze emollienti da applicare sotto forma di crema topica, oppure antistaminici nel caso di allergie o antibiotici se c’è in atto un’infezione batterica. Anche l’uso periodico di lavande vaginali può tenere lontane irritazioni e infezioni. Prima di iniziare una terapia farmacologica, ti consigliamo di provare una crema topica in grado di lenire la parte, ma se il problema dovesse prolungarsi nel tempo è bene fissare una visita ginecologica.

I RIMEDI NATURALI

I RIMEDI NATURALI CONTRO BRUCIORE E PRURITO INTIMO

Per il prurito intimo i rimedi naturali sono davvero tantissimi, a partire dalla scelta della biancheria intima che dovrebbe sempre essere in fibre naturali, come il cotone per far sparire il prurito. Consigliamo anche di non indossare pantaloni e leggings troppo aderenti perché non favoriscono la naturale traspirazione della zona, peggiorando in alcuni casi la situazione. Contro il prurito intimo ci sono poi alcuni rimedi naturali che aiutano a liberarsi del problema:

  • Applica l’olio di mandorle dolci che lenisce e nutre grazie alle sue proprietà antipruriginose, perfetto in gravidanza;
  • Va benissimo anche l’olio di borragine che calma il prurito e lenisce la parte, come anche le creme a base di avena sativa che aiutano a far sparire il rossore;
  • Una buona pomata a base di camomilla ha proprietà antinfiammatorie e lenitive. Infine, per bloccare il prurito intimo il Tea Tree Oil è un toccasana.

I rimedi naturali contro bruciore e prurito intimo

Leggi anche i nostri approfondimenti:

* sulla Depilazione Intima