pelle spellata e screpolata dal sole

Come sbarazzarsi della pelle morta?

Pelle morta addio!

La pelle che si spella è un tipico segno di mancanza di idratazione. Le cause della pelle morta sono molteplici. Può dipendere, per esempio, da una eccessiva esposizione al sole. Oppure da una detersione aggressiva o, ancora, da bagni e docce con temperature troppo elevate.

 

La pelle morta e secca può essere molto fastidiosa, perché crea screpolature e perfino prurito. Quali sono le cause che portano la pelle a screpolarsi? Come togliere la pelle morta senza creare danni? Come uniformare la pelle spellata dopo una abbronzatura? Ecco i nostri rimedi.

CAUSE

Quali sono le cause della pelle morta?

La pelle morta è una condizione molto frequente che può scaturire da diverse cause. Alcuni dei sintomi possono essere prurito, rossori diffusi, pelle segnata e segni di espressione accentuati. Per molte persone, inoltre, si verifica una vera e propria “spellatura”. Oltre a motivazioni dermatologiche più importanti, come l’eczema e la psoriasi, che richiedono un consulto medico, la pelle morta è la conseguenza di un eccessivo deterioramento della barriera fisiologica della nostra edidermide.

  1. Sapone aggressivo. Lavarsi la faccia con un detergente eccessivamente sgrassante o, peggio, con il sapone per le mani, può causare desquamazione e secchezza. Meglio optare per un detergente delicato, adatto all’uso quotidiano, come NIVEA MICELLAIR ACQUA MICELLARE EXTRA-DELICATA, che deterge in maniera efficace ma delicata rispettando il microbioma, la naturale barriera protettiva della pelle.
  2. Scarsa idratazione post detersione. Lo stress quotidiano, le influenze esterne e l'inquinamento hanno un effetto negativo sulla pelle. Per questo è consigliato l’utilizzo di maschere viso come NIVEA URBAN SKIN MASCHERA IN TESSUTO DETOX PURIFICANTE per detergere in profondità e detossinare la pelle. Il tessuto della maschera è imbevuto di Tè Verde & Carbone per una pelle dall'aspetto fresco e purificata a fondo.
  3. Doccia o bagno con acqua troppo calda ed eccessivamente calcarea. Limitare le temperature elevate è uno dei rimedi più efficaci per contrastare la pelle morta e la secchezza su viso, gambe, braccia e piedi. Dopo la doccia, è importante applicare subito la crema idratante su tutto il corpo. Per piedi e mani è possibile optare per un impacco, da lasciare in azione per circa 10-15 minuti. Dopo il tempo di posa, bisogna rimuovere l’eccesso. L’ideale è farlo prima di andare a dormire, per un risveglio super morbido!
  4. Agenti atmosferici. Vento, pioggia e sole sono i nemici numero uno della nostra pelle e della sua idratazione. Tornare a casa con la pelle spellata su fronte e naso non è un fenomeno infrequente. Né in estate, quando il sole picchia forte, né in inverno, quando c’è da fare i conti con il vento gelido.
  5. Abbronzatura senza protezione solare. Esporsi al sole senza un fattore di protezione significa non solo favorire l’invecchiamento cutaneo, ma anche perdere in fretta l’abbronzatura guadagnata! Cosa accade infatti dopo essersi scottati al sole? Ci si spella!

Come fermare la spellatura


COSA FARE

Come uniformare la pelle spellata e rimuovere la pelle morta

Esfoliazione delicata e tanta idratazione: ecco quali sono i segreti per uniformare una spellatura post esposizione solare e anche per prevenirla. Per il corpo possiamo optare per uno scrub con grani medi, mentre per il viso dobbiamo preferire un’azione più delicata. L’esfoliazione può essere sia meccanica che chimica. La prima si basa sul principio della microabrasione. Puoi creare uno scrub per il corpo con zucchero e olio d’oliva: lo zucchero svolgerà l’azione microabrasiva, mentre la parte grassa contribuirà a nutrire l’epidermide. L’esfoliazione chimica, invece, è di solito composta da acido glicolico o acido lattico. Qualsiasi sia il peeling che sceglierai, assicurati di partire con un’opzione delicata. E dopo lo scrub? Applica subito la crema idratante, possibilmente lenitiva e rinfrescante.
 rimozione della pelle morta


RIMEDI CASALINGHI

Come eliminare la pelle morta dal viso con rimedi casalinghi

Per eliminare in fretta la pelle morta dal viso, è possibile ricorrere a uno scrub casalingo, realizzato a partire da ingredienti facilmente reperibili in dispensa. Per realizzare una crema esfoliante, la regola è unire una parte grassa e nutriente a una leggermente abrasiva. Per evitare arrossamenti e irritazioni, però, è importante massaggiare sempre con delicatezza, specialmente sul viso. Il composto più famoso è quello di zucchero e olio d’oliva. Un’altra opzione consiste nel realizzare un composto di fiocchi d’avena, che vantano proprietà antinfiammatorie e lenitive. La crema di fiocchi d’avena, unita a yogurt e miele, può essere lasciata in posa per 10-15 minuti: per un pieno di idratazione.

 

2 volte a settimana, consigliamo l’utilizzo del nuovo NATURALLY CLEAN SCRUB PULIZIA PROFONDA, un detergente solido con formula vegana, 100% ingredienti di origine naturale e senza plastica. Deterge in maniere efficace ma delicata , rispettando il PH del viso e lasciando una pelle morbida, purificata e libera dalle impurità .