Come combattere la ritenzione idrica

COME COMBATTERE LA RITENZIONE IDRICA

La ritenzione idrica è causa di inestetismi: è ora di combatterla!

CAUSE

Cause della ritenzione idrica

La ritenzione idrica è un problema che riguarda molte donne: secondo le statistiche ne soffre una su tre. Si tratta della tendenza dell’organismo a trattenere liquidi, tossine e sali minerali.

Alla base ci possono essere varie cause. Diete ricche di sale, carenze nutrizionali, una vita sedentaria, terapie a base di determinati farmaci (ad esempio quelli anticoncezionali o per l’ipertensione). 

Anche condizioni climatiche, come l’eccessivo caldo, o cause contingenti, come la gravidanza o il ciclo mestruale, possono favorire questa problematica. La ritenzione idrica può essere anche passeggera, ad esempio se frutto di lunghi viaggi in cui si è costretti a restare a lungo seduti.
cause della ritenzione idrica


SINTOMI

sintomi della ritenzione idrica

La ritenzione idrica può essere localizzata o generalizzata. Nel primo caso il ristagno avviene in una zona specifica del corpo (ad esempio, è molto diffusa la  ritenzione idrica sulle gambe), nel secondo caso interessa tutto o quasi l’organismo (piedi, caviglie, seno, mani, pancia etc).

I sintomi più frequenti della ritenzione idrica sono la sensazione di pesantezza e il gonfiore alle gambe, causati da edemi che generalmente sono indolori e morbidi al tatto.

Stanchezza, formicolii e dolori agli arti
sono altri segni che possono indicare la presenza di questo disturbo.

Capire se soffri o meno di ritenzione idrica con certezza è possibile in due modi. Attraverso un test che chiarisca il peso specifico delle urine oppure, più semplicemente, poggiando con forza il pollice sulla parte anteriore della coscia. Se, dopo la pressione, l’impronta rimane per parecchi secondi allora è probabile che tu debba correre ai ripari.
sintomi della ritenzione idrica


RIMEDI

Rimedi per la ritenzione idrica

Come combattere la ritenzione idrica? Puoi mettere innanzitutto in funzione le tue difese naturali. Una dieta equilibrata, povera di sodio e con il giusto apporto di proteine e liquidi (frutta e verdura sono fondamentali specialmente nei mesi più caldi) aiuta il tuo organismo a depurarti. 

Camminare molto o effettuare un’attività sportiva in maniera costante (nuoto, acquagym, acquabike, stretching, ginnastica dolce in special modo), evitare i tacchi molto alti, distendere le gambe verso l’alto per un quarto d’ora al giorno, sono tutti atteggiamenti efficaci per sgonfiare le gambe e combattere la ritenzione idrica aiutando il corpo ad eliminare i liquidi in eccesso.
 
Sul mercato ci sono diversi cosmetici in grado di rassodare la pelle. La ritenzione idrica è a sua volta una delle prime cause della cellulite. Questo il motivo per cui ti consigliamo di applicare NIVEA Q10 Gel-Crema Rassodante + Anti Cellulite.

La sua formula potenziata, con Q10 ed estratto di Loto, rassoda la pelle e riduce gli inestetismi della cellulite in sole tre settimane. Il risultato è una pelle più tonica ed energizzata. 
 
All’applicazione del gel Nivea puoi affiancare dei trattamenti per contrastare la ritenzione idrica:  

Bagni in idromassaggio. Essere massaggiati dall’acqua dona una sensazione molto piacevole. La pelle ne trae giovamento poiché viene investita da un’onda energica e distensiva che attiva la microcircolazione favorendo il drenaggio dei liquidi. 

Pressoterapia. La pressoterapia consente di migliorare la circolazione linfatica. L’ideale è effettuare otto trattamenti in due mesi. Nel corso delle sedute il terapista provvederà ad applicare sulle aree interessate da ritenzione idrica dei cuscinetti i quali, grazie ad un getto d’aria, fanno sì che il sistema circolatorio e il sistema linfatico siano di nuovo regolarizzati.