pelle cadente sotto le braccia

Braccia flaccide e cadenti: scopri le cause e come tonificarle

Avere braccia snelle e toniche è possibile!

Per molte donne, specialmente tra chi ha superato i 40 anni, le braccia flaccide possono rappresentare un problema. Questa condizione accomuna molte persone e porta con sé un risultato spiacevole: con l’arrivo della bella stagione, infatti, si fatica a scoprirsi per evitare di mettere in mostra quello che si avverte come un punto debole.

Come mai alcune persone perdono tonicità alle braccia? Qual è la causa delle braccia flaccide e come si può tonificarle?


LE CAUSE

Quali sono le cause delle braccia flaccide

Nonostante siano un incubo imbarazzante per moltissime persone, le braccia flaccide sono davvero diffuse. Perdere tonicità in quest’area dell’arto superiore è molto comune e non dovrebbe essere fonte di imbarazzo. Le cause infatti sono molteplici.

  • Perdita di peso: una delle cause tipiche di chi perde tonicità alle braccia è una repentina perdita di peso. La pelle è l’organo più esteso del nostro corpo. Si adatta meravigliosamente ai cambiamenti durante gli anni, ma una rapida perdita di peso può “svuotare” i tessuti. Il risultato è la tipica ‘ala di pipistrello’.
  • Invecchiamento cutaneo: con il passare del tempo è inevitabile una diminuzione della produzione di collagene. I nostri tessuti diventano, già dopo i 30 anni, sempre meno elastici. La pelle è meno compatta e più sottile. Ecco perché su alcune persone, con gli anni che avanzano, le braccia flaccide sono più evidenti.
  • Mancanza di idratazione: bere abbastanza acqua è fondamentale per mantenere i tessuti di tutto il corpo compatti, elastici e idratati.
  • Carenze e alimentazione non adeguata: sviluppare carenze vitaminiche o di particolari macronutrienti può ridurre il tono muscolare e, di conseguenza, accentuare la flaccidità di braccia e gambe. Una dieta completa abbraccia tutti i macronutrienti, senza dimenticare vitamine, minerali.
  • Scarso tono muscolare: la nostra vita di tutti i giorni si è fatta, negli anni, sempre più sedentaria. Anche per questo motivo molte donne giovani cercano di rassodare le braccia a tendina. Per fortuna esistono diversi esercizi per braccia flaccide, che aiutano a recuperare il tono muscolare e irrobustire l’intero apparato muscolo-scheletrico.

braccia a tendina


ESERCIZI PER TONIFICARE

Come rassodare le braccia: esercizi per tonificare

Chi cerca di tonificare le braccia ha l’imbarazzo della scelta. Si possono svolgere sport veri e propri, come il nuoto, o discipline come pilates e yoga. Questo instessimo può essere contrastato anche con semplici esercizi da fare in casa. Tra gli esercizi per tonificare le braccia flaccide ci sono tutti quelli che coinvolgono tricipiti, bicipiti e avambracci. Vediamone alcuni.

  • Curl alternati: uno dei più classici esercizi per le braccia che coinvolge i bicipiti è il curl. Le varianti sono moltissime, ma si può partire stando in piedi. Impugnando i pesi, basterà flettere alternativamente l’avambraccio senza muovere il gomito o la spalla. È importante attivare la correlazione mente- muscolo, cioè pensare alla zona del corpo che vogliamo usare. Il peso può essere un classico manubrio da palestra, ma anche una bottiglietta d’acqua per chi non dispone di attrezzi professionali. Il peso deve risultare sostenibile, ma non eccessivamente blando.
  • Estensione degli avambracci: questo esercizio è ottimo per allenare i muscoli tricipiti. Per la variante con il busto inclinato, occorre piegare leggermente le gambe e tenere la schiena dritta, flettendo gli avambracci all’indietro. L’estensione da seduti, invece, si effettua impugnando un solo manubrio (o una sola bottiglia d’acqua) dietro la testa e sollevandolo.
  • Alzate laterali: per rinforzare le spalle e il trapezio, anche le alzate laterali aiutano a migliorare tutto l’upper body e, quindi, a migliorare la tonificazione delle braccia. Impugnando pesi o manubri, stando in piedi, basterà aprire lateralmente le braccia fino all’altezza delle spalle. Inspirare in fase di discesa.

esercizi per le braccia

Nota bene: prima e dopo ogni esercizio, è utile preparare i muscoli con dello stretching (all’inizio) e del defaticamento (a fine sessione). Non c’è bisogno di eccedere nelle ripetizioni: 10-15 ripetizioni per due serie sono sufficienti per cominciare. Nella ginnastica per contrastare le braccia flaccide non è importante il peso del manubrio, quanto la ripetizione e il movimento corretto.


COSA FARE OLTRE ALL’ESERCIZIO

Rassodare le braccia a tendina: cosa fare oltre all’esercizio

Non solo lo sport, ma anche la cosmetica arriva in aiuto di chi vuole contrastare la pelle cadente sotto le braccia. Q10 LATTE IDRATANTE RASSODANTE + VITAMINA C di NIVEA è l’alleato ideale per chi cerca fermezza e tonicità. Non solo idrata intensamente e fino a 48 ore, ma aumenta il tono e l’elasticità della pelle. Dopo ogni doccia, infatti, è importante mantenere una adeguata idratazione su tutto il corpo, con una crema che si assorbe velocemente e dal forte potere idratante.