COSA FARE CONTRO L'ACNE

Brufoli e punti neri sono impurità della pelle che possono comparire anche dopo la pubertà. Leggi i nostri consigli.

COS'È L'ACNE

Brufoli, punti neri, punti bianchi. Colpa dell’accumulo di sebo in eccesso che genera l’acne, un inestetismo tipico della pubertà (tendenzialmente, infatti, colpisce i giovani tra i 12 e i 25 anni), ma che può comparire anche in età adulta.

Buone abitudini e cura del viso con prodotti specifici aiutano a combattere le mpurità della pelle, alla cui base possono esserci anche predisposizione genetica, diete ricche di grassi, squilibri ormonali e periodi di forte tensione.

I tipi di acne

Per essere certa di curare la tua acne in modo idoneo, dovresti sapere di che tipo di acne soffri. Anche le caratteristiche sono diverse: casi lievi di acne provocano punti neri e brufoli. In casi più gravi, si possono verificare dolorose infiammazioni e pustole tipo ascessi.

Acne volgare
Circa il 70-95% dei giovani soffre di acne volgare durante la pubertà, per questo viene chiamata anche “acne giovanile”. La pelle produce troppo sebo che, se accompagnato da una genodermatosi, non può scorrere via. Di conseguenza, i pori si bloccano. Si formano punti bianchi e punti neri, nonché brufoli purulenti. Nell'ambito dell'acne volgare, si distinguono essenzialmente tre tipi di acne:

  • Acne comedonica: è la forma più lieve e si distingue per i suoi punti neri non infiammati.
  • Acne papulo-postulare: è la forma medio-grave, penetra negli strati profondi della pelle con i suoi brufoli irritati e, in taluni casi, infiammazioni.
  • Acne conglobata: è la forma più grave di acne volgare – presenta protuberanze, ascessi e pustole che possono provocare delle cicatrici di una certa importanza.

L'acne volgare scompare, di norma, una volta superata la pubertà. Se compare dopo aver compiuto i 25 anni di età, è nota come acne a esordio tardivo o “acne tardiva”

Acne inversa
Questo tipo cronico di acne compare a fasi. I sintomi sono più gravi e possono presentarsi in più aree del corpo, come spalle o inguine. In questo tipo di acne, si formano sotto alla pelle delle piccole protuberanze che possono evolvere in ascessi o pustole.

Acne di Maiorca
Sulla pelle si possono formare dei brufoletti dopo un'esposizione a una radiazione solare intensa. Tali reazioni cutanee avvengono a causa dell'interazione dei raggi UV con creme solari oleose. Ne risulta un'infiammazione dei follicoli piliferi causata da radicali liberi.


COME CURARE L'ACNE

Come curare l’acne giovanile? Come detto, questa domanda ha una risposta che prevede due strade: frequente utilizzo di prodotti ad hoc e uno stile di vita sano. Se percorse entrambe bene, queste due vie convergono verso una pelle pulita, attiva, vitale.

Come combattere l'acne sul viso

Se soffri di questa problematica, sicuramente ti starai chiedendo come eliminare l’acne. Bene, noi ti diamo 4 consigli utili che ti aiuteranno in questo compito difficile, ma non di certo impossibile.

Lavare spesso il viso è un bene? No. Specie se il lavaggio viene praticato con prodotti di scarsa qualità che rischiano di aumentare il problema piuttosto che risolverlo. Lavare con eccessiva frequenza il viso ha, infatti, come conseguenza la compromissione del pH della pelle.

Evita di lavarti troppo spesso, perché la pelle che soffre di impurità è molto sensibile. Un lavaggio eccessivo o addirittura un'esfoliazione aggrava l'infiammazione.

Lavare la pelle del viso con ‘acqua tiepida è consigliato? Sì. Evita di detergerti con acqua troppo calda o troppo fredda. L’ideale? Acqua tiepida in abbinamento con un buon gel detergente antibatterico.

Lo stress influisce sulla comparsa di impurità? Sì. Tieni a bada stress e tensione nervosa, magari praticando sport e bagni rilassanti. È un toccasana per la tua pelle.

La dieta è importante per la cura dell’acne? Sì. Si tratta di un particolare assolutamente da non sottovalutare. Le vitamine contenute in frutta e verdure aiutano a tenere pulita la pelle.

Tipi di terapia per sconfiggere l'acne

Oltre alla cura quotidiana della pelle, le forme gravi di acne dovrebbero esseretrattate anche clinicamente. Esistono diverse opzioni di terapia e trattamento a seconda della gravità del caso e del tipo di pelle. Sviluppa insieme al tuo dermatologo un trattamento che soddisfi al meglio le tue esigenze.

  • Terapia locale: tratta le zone colpite della pelle con balsami, tinture, gel o creme.
  • Terapia farmacologica: se la terapia locale non ha successo, dovresti pensare di ricorrere a una terapia farmacologica orale.
  • Medicina alternativa: anche Ayurveda, chinesiologia, fiori di Bach, medicina tradizionale cinese e bio-risonanza possono essere d'aiuto per combattere l'acne.


CREME PER L'ACNE DEL VISO

Il mercato offre una vasta serie di prodotti molto performanti. L'ideale è scegliere detergenti delicati, che non producano molto schiuma (tanta schiuma indica la presenza di molti tensioattivi i quali rendono la pelle secca con il rischio di irritazioni e reazioni allergiche) e creme per l'acne adatte al proprio tipo di pelle.

I prodotti migliori

NIVEA è in prima linea nel combattere l’acne. Ecco alcuni prodotti che puoi utilizzare per proteggere, pulire e levigare la tua pelle. Stop alle impurità con la Maschera Peel Off Levigante. La formula speciale con Hydramina rimuove le cellule morte, deterge a fondo purificando la pelle ed eliminando a lungo il fastidioso effetto lucido.

L’acne va contrastata quotidianamente. Un grosso aiuto puoi riceverlo dal Gel Scrub Quotidiano Clean Deeper. Con la sua formula antibatterica deterge i pori, ha un’azione micro-esfoliante e previene la comparsa dei punti neri.

Fronte, naso e mento costituiscono la zona T, area particolarmente delicata del viso, soggetta a sebo in eccesso e impurità. Le strisce Clear-Up Strip Zona T sono dei comodi cerotti capaci di pulire a fondo i pori donando alla pelle la necessaria freschezza e vitalità.


COME ELIMINARE LA CICATRICI DA ACNE

L’acne in casi molto gravi può portare anche alla comparsa di cicatrici. In questo caso, sono consigliati interventi estetici mini invasivi da concordare con il proprio dermatologo, come: • Il peeling viso a base di tretinoina o acido glicolico • Le sedute di radiofrequenza • Il laser frazionato