cosa sono i brufoli

COSA SONO I BRUFOLI E PERCHÉ SI FORMANO?

Brufoli, comedoni, punti bianchi e punti neri: solo chi soffre di queste manifestazioni della pelle, e in particolare della pelle del viso, sa quanto siano fastidiose e spesso difficili da sconfiggere. Ma scopriamo meglio cosa sono davvero i brufoli e perché si manifestano?

Come si formano i brufoli?

Il primo aspetto da considerare per individuare le cause della comparsa dei brufoli, sul viso e non solo, riguarda la qualità della pelle, poiché quei tipici rilievi rossi che spesso tendono a infiammarsi e riempirsi di pus si formano prevalentemente in zone dove si trovano molte ghiandole sebacee e allo sbocco dei peli.

Dunque, in presenza di pelle grassa, la maggior produzione di sebo blocca il follicolo del pelo direttamente collegato alla ghiandola sebacea causando la formazione dei brufoli.

La pelle grassa, inoltre, tende a perdere la propria naturale acidità e l’equilibrio che la caratterizza, favorendo così l’attacco di batteri che penetrano direttamente nei pori e li infiammano, causando anche la formazione di pus nei brufoli.

Ecco, dunque, uno dei maggiori imputati a cui si deve la formazione di brufoli e punti bianchi sul viso: si tratta del sebo che, in quantità normali, è prodotto per difendere la pelle dagli agenti esterni, ma se presente in eccesso finisce per renderla più vulnerabile alle infiammazioni. Leggi anche il nostro approfondimento sui rimedi più efficaci per contrastarne la comparsa.

Leggi anche il nostro approfondimento sui rimedi più efficaci per contrastarne la comparsa.

prevenire i brufoli

PERCHÉ VENGONO I BRUFOLI E PUNTI NERI? LE CAUSE E I SINTOMI

Predisposizione genetica, stress, sbalzi ormonali, farmaci e cosmetici coprenti, ma anche uno stile di vita poco salutare, sono tutti fattori che stimolano le ghiandole sebacee, provocando impurità.

Spesso, poi, non si tratta solo di comuni brufoli o di puntini bianchi sulla pelle, che indicano già la presenza di pus: vi sono, infatti, anche altre manifestazioni come i cosiddetti brufoli interni, quelli sottopelle o i comedoni chiusi che si formano allo sbocco del pelo con un caratteristico colore scuro. Ecco svelato, allora, cosa sono i punti neri: pori o follicoli occlusi da cellule morte, peli e batteri.

Sintomi della pelle grassa, causa dei brufoli

Se è vero, dunque, che la pelle grassa è direttamente collegata alla comparsa di imperfezioni, queste sono alcune caratteristiche comuni che permettono di riconoscerla per poi trattarla nel modo più appropriato:

  • Aspetto lucido e oleoso, che sembra ricoprire come una pellicola il volto
  • Pori allargati, sintomo di una presenza eccessiva di sebo che dilata permanentemente le pareti dei pori
  • Cattiva circolazione e sfumature giallastre della pelle
  • Presenza di brufoli in particolare nella zona T (fronte, naso e mento), la più soggetta a impurità

Dunque, rispondere alla domanda perché vengono i brufoli è relativamente semplice e riguarda soprattutto la presenza di sebo in eccesso e la qualità della pelle.

Prevenire i brufoli ed evitare punti neri è, invece, una questione di pratica che richiede una buona dose di attenzioni e cure da rivolgere alla propria pelle. 

Anche se la tua pelle è grassa, puoi comunque arrivare ad avere una bella carnagione, a patto di saper scegliere i prodotti giusti e applicare con costanza un trattamento corretto e adatto al tuo tipo di pelle.

perché vengono i brufoli

Prevenire brufoli e imperfezioni: qualche suggerimento

Che si tratti solo di piccole impurità sottocutanee o di brufoli dolorosi e infiammati, è bene tenere sotto controllo la produzione di sebo senza, tuttavia, rischiare di seccare troppo la pelle.

Ricordiamo infatti che il grasso serve proprio a difendere l’organo più esteso che possediamo e, dunque, per evitare circoli viziosi, la prima indicazione è quella di evitare prodotti troppo aggressivi che scatenerebbero una produzione di sebo ancora maggiore.

Meglio anche stare lontani da fattori irritanti come un forte calore o da possibili abrasioni, specialmente quelle procurate da tentativi di schiacciare o strizzare i brufoli da soli.

Da evitare inoltre fumo e alimenti troppo grassi e non sani che possono avere un effetto negativo sulla pelle.

come non avere brufoli

Come non avere brufoli: gli step di una corretta routine di bellezza

Quando presente e visibile a occhio nudo, il sebo in eccesso deve essere rimosso utilizzando, ad esempio, un fazzolettino di carta con cui tamponare leggermente la pelle.

L’uso di alcuni cosmetici opachi e senza olio come ciprie o fondotinta minerali può aiutare, poi, ad assorbire la quantità di sebo che affiora in superficie facendo respirare ugualmente la pelle, ma evitando l’effetto lucido.

Per quanto riguarda la routine giornaliera, esfolianti e maschere sono indicate proprio per rimuovere le cellule morte e pulire a fondo la pelle, a patto di utilizzarli in modo corretto e non più di 2 o 3 volte alla settimana. Mentre un leggero peeling purifica e rimuove sporco e residui di trucco, la maschera idrata e dona nuova luce alla carnagione, penetrando in profondità. 

Se al fai da te preferisci la mano esperta di un professionista, fissa un appuntamento con l’estetista per effettuare regolarmente una pulizia del viso con il vapore. L’aspetto della tua pelle migliorerà sensibilmente e in modo duraturo.

Infine è bene ricordare che lo stress psicologico è un vero nemico della pelle proprio come uno stile di vita non salutare. L’approccio migliore è sempre quello olistico: cura il corpo ma anche la mente. Ben presto vedrai la carnagione del viso rifiorire a nuova vita!